magazzino raggio verde agricoltura
image-697
raggio-verde-logo

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato su offerte, eventi e novità Raggio Verde


phone
image-73

Una fitopatia subdola: la Radice suberosa

13-02-2021 15:11

Raggio Verde

Attività Agronomica ed Esperienze di Campo, Itaka, radici,

Una fitopatia subdola: la Radice suberosa

Scarsa biomassa vegetale, clorosi internervale, senescenza fisiologica anticipata dell’apparato epigeo, riduzione nell’assorbimento e assimilazione di...

radicesuberosa-1613224326.jpg

Scarsa biomassa vegetale, clorosi internervale, senescenza fisiologica anticipata dell’apparato epigeo, riduzione nell’assorbimento e assimilazione di macro, meso e microelementi, vigoria di palchi e allegagione scarsi, ecc. Questi, di carattere atipico, insieme ad altri sintomi marcatamente specifici, come la marcescenza della zona capillare delle radici, le lesioni e la suberificazione a carico delle radici secondarie e degli imbrunimenti della zona primaria, costituiscono il quadro diagnostico di una malattia da crittogame ormai sempre più diffusa: la Radice suberosa, agente eziologico Pyrenochaeta lycopersici (R.W. Schneid. & Gerlach).

 

Questa problematica fitosanitaria si è molto estesa negli ultimi anni, a causa dell’intensificazione dei cicli colturali e della marcata ed aumentata “sindrome da reimpianto” (vedi “Le fatiche dei suoli”) che colpisce le monosuccessioni in serra e in campo.


La presenza del fungo non è sempre rilevabile, in quanto proprio i sintomi più generici, come la riduzione assimilatoria e le clorosi, possono anche comparire in tempi differenti rispetto a quelli più tipici (suberificazione della radice), aggravando il quadro in continua evoluzione e fortemente condizionato dall’ambiente colturale (in foto e video colture colpite con sintomi atipici e specifici in radice).

    Da non sottovalutare che, essendo un fungo formante microsclerozi (organi duraturi di riproduzione del fungo), è in grado di perdurare nei suoli, condizionando le infezioni ciclo per ciclo, raggiungendo picchi di gravità progressivamente sempre più alti nel corso degli anni. Le fenofasi più sensibili all’infezione, nel pomodoro in particolare, sono soprattutto quelle di sviluppo post crisi di trapianto e sono fortemente condizionate dal livello “rigenerativo” del suolo, ovvero da:

    • presenza di sostanza organica, con aumento della flora antagonista, responsabile della diminuzione nella vitalità dei microsclerozi;
    • composti ad azione stimolante nei confronti del Microbioma, come Terpeni, Flavonoidi, Polifenoli, Polisaccaridi, ecc… ad attività prettamente biochimica;
    • flora batterica e fungina ad attività antagonista, come alcune specie di Trichoderma spp.  

     

    Rigenerare un terreno, oltre che a disinfettarlo preliminarmente con le diverse soluzione sterilizzanti disponibili (solarizzazione, fumigazione), al fine di scongiurare l’insediamento anticipato del patogeno, è sicuramente la via più sostenibile alternando ed integrando le diverse tecnologie di formulato disponibili. Nei terreni infestati, buona norma infatti è utilizzare composti ad azione bio-rigenerante la microflora della rizosfera, come estratti a base di Flavonoidi solforati (Italo, Itaka), in grado di:

    1. favorire la proliferazione microbica antagonista; 
    2. aumentare le difese passivo-attive delle piante;
    3. esercitare azione diretta e attiva nei confronti dei patogeni tellurici (quindi Pyrenochaeta e anche altri), per fumigazione locale nel substrato del formulato.

    Fonti:

     

    A.A. vari: A cura di S. W. Davino. Avversità del Pomodoro – Virus e funghi terricoli. Ed. L’informatore Agrario. 2018


    Amenduni M., Colella C., D’Amico M., Bubici G., Cirulli M. (2008), Effect of an Organic Amendment on Corky Root Susceptible and Resistant Tomatoes. Acta Horticulturae, 789.


    facebook
    linkedin
    instagram
    raggio-verde-logo

    RAGGIO VERDE SRL

     

    Sede di PACHINO:

    Contrada Pianetti, Snc

    96018 - Pachino (SR)
    Tel. 0931597717

    info@raggioverdeagricoltura.it

    PEC: raggioverde@legalmail.it

    Sede di VITTORIA:

    Via Str. per Scoglitti, 370

    97019 - Vittoria (RG)

    Tel. 340 645 4574

    © Copyright Raggio Verde S.r.l. | Tutti i Diritti Riservati | Informativa sulla Privacy | Cookie Policy

    Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder