magazzino raggio verde agricoltura
image-697
raggio-verde-logo

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato su offerte, eventi e novità Raggio Verde


phone
image-73

VIROSI E PROFILASSI FITOIATRICA: PARTE 2

28-08-2021 15:20

Raggio Verde

Attività Agronomica ed Esperienze di Campo, Ricerca e Fitoiatria, Cultura Agraria, Virus, Cosmocel, Simcro, Itaka, TYLCD, PePMV,

VIROSI E PROFILASSI FITOIATRICA: PARTE 2

Abbiamo affrontato l’argomento Virosi parlando della recente epidemia di ToBRFV, cercando di individuare i possibili interventi...

sintomipepinovirus-1630152911.jpg

In "Virosi e Profilassi Fitoiatrica" abbiamo affrontato l’argomento Virosi parlando della recente epidemia di ToBRFV, cercando di individuare i possibili interventi, prettamente preventivi, e la gestione della patologia sulle colture in atto. Facciamo un passo indietro e torniamo su Virosi di precedente introduzione, ma non per questo meno importanti: la malattia da TYLCD (Tomato Yellow Leaf Curl Disease), meglio nota nella forma virale TYLCV (Tomato Yellow Leaf Curl Virus), e la PePMV (Pepino mosaic virus).

 

L’accartocciamento fogliare giallo del pomodoro (TYLCD) è una patologia causata da Geminiviridae (Begomovirus) e colpisce prevalentemente Solanacee come Pomodoro e Peperone, nonché Cucurbitacee come lo Zucchino. Insieme a TYLCV, anche TYLCSV (Tomato Yellow Leaf Curl Sardinia Virus), fa parte del medesimo gruppo di agenti virali che causano il medesimo quadro sintomatologico, in genere variabile in funzione della precocità d’infezione e del genotipo nel contesto pedoclimatico:

  • sviluppo stentato e riduzione della crescita;
  • bassa generatività;
  • accartocciamento verso l’alto degli apici fogliari, con clorosi estese e foglie giovani che assumono l’aspetto di un cucchiaio;
  • nelle infezioni precoci la pianta assume un aspetto cespuglioso, a “bonsai”;
  • conseguentemente riduzione della produttività fino al 90-100% della coltura colpita;
  • nelle infezioni tardive i sintomi sono più contenuti e, in genere, coinvolgono gli organi più suscettibili, come fiori e frutti, con colorazioni anomale dell’epicarpo.

 

TYLCV e TYLCSV sono virosi da Vettore, ormai ampiamente dimostrato essere Bemisia tabaci e suoi ospiti intermedi (Cynanchum acutum, Sonchus oleracius, Malva spp., Cheaerophyllum spp, Stramonio, Lisianthus ed Euforbiacee). L’Aleurodide è altamente efficiente nella capacità di trasmissione, acquisendo e trasmettendo il patogeno in 15-30 minuti all’ospite (trasmissione persistente circolativa) e per tutta la durata di vita dell’individuo vettore (7-20 giorni).

pepmv0distributionmap-1630152080.jpg

Il controllo della malattia è, anche in questo caso, di tipo preventivo, attraverso la lotta al Vettore e all’adozione di Varietà Tolleranti o Resistenti, oltre che al ricorso di piante certificate “virus esenti”.

 

PePMV (Pepino mosaic virus) o Virus del Mosaico del Pepino è un Alphaflexiviridae, individuato in 6 diversi ceppi virali, suddivisi secondo le piante ospiti e i sintomi indotti. Il PePMV è ad oggi diffuso in Europa, Nord America, Cile, Perù, Sud Africa, Marocco, Egitto, ecc., e si manifesta in forme e intensità variabili e secondo il contesto pedoclimatico. Nella stagione fredda i sintomi sono infatti più accentuati e, anche in questo caso, essi possono essere differenti in funzione della precocità d’infezione. Nel caso di infezioni precoci: riduzione e incisione del lembo delle giovani foglie in piante post-trapianto, con un aspetto della vegetazione bolloso e simile alle forme tipiche da fitotossicità da erbicidi o da ormoni di sintesi ad azione allegante (ß-NOA ad esempio).

 

La caratteristica sintomatologia “a mosaico” si evidenzia principalmente nelle infezioni più avanzate e/o tardive, accompagnate o meno da necrosi ed alterazioni brunastro/violacee, simili a quelle da abbassamenti termici. Tipici segni della presenza della virosi, sono le macchioline giallo-pallido su specifiche foglie, spesso confuse con sintomi iniziali di Oidio. Ovviamente il danno produttivo maggiore si osserva a carico dei frutti, che si presentano anche in assenza di sintomi alla vegetazione, con decolorazioni e/o butterature a carico delle bacche, che ne deprezzano notevolmente la commerciabilità.


PePMV è un virus di contatto, prevalentemente trasmesso mediante gli operatori stessi, nonché mediante l’azione indiretta di bombi, Miridi e, anche in questo caso, di Aleurodidi (Trialeurodes vaporarorium).

 

Il controllo, come per tutte le virosi, è basato su azioni di tipo preventivo che possano limitare al massimo l’inoculo iniziale, per cui valgono le medesime considerazioni fatte per ToBRFV e TYLCV: reti protettive, controllo fitofagi, sanificazione di attrezzi e limitazione degli ingressi da parte di esterni, nonché favorire le colture in ottimo stato di salute e reattività. 

 

A tal proposito è di ulteriore supporto l’adozione di biostimolanti e induttori di resistenza che possano limitare l’esposizione ad agenti vettori, specie gli Aleurodidi. Somministrare, in associazione a insetticidi e agrofarmaci, nutraceutici in grado di fortificare i tessuti delle piante e completare gli effetti diretti delle SA (Sostanze Attive) impiegate, può favorire l’innesco di processi di IR (Reazione Ipersensibile) e SAR (Resistenza Sistemica Acquisita), come succede con formulati a base di Acido Salicilico, Silicio, Ca (Merlino, Itaka; Barrier Si-Ca, Cosmocel), Fosfiti e altri Induttori di resistenza di origine vegetale e/o naturale (GarlAct, Simcro). Ovviamente integrando il tutto ad un’adeguata gestione fitosanitaria ed agronomica del contesto aziendale, sin già dalle piantine in pre-trapianto, e programmando adeguatamente la gestione fitoiatrica con opportune figure professionali.

Vuoi risolvere un problema in agricoltura o migliorare la resa delle tue colture? Contattaci!

fonti:

https://gd.eppo.int/taxon/TYLCV0

https://gd.eppo.int/taxon/PEPMV0/distribution 

Bedford, Ian & Briddon, Rob & Brown, Judith & Rosell, Rosemarie & Markham, P.G.. (2008). Geminivirus transmission and biological characterisation of Bemisia tabaci (Gennadius) biotypes from different geographic regions. Annals of Applied Biology. 125. 311 - 325. 10.1111/j.1744-7348.1994.tb04972.x.

Davino, S., Panno, S., Iacono, G., Sabatino, L., D’Anna, F., Iapichino, G., et al. (2017). Genetic variation and evolutionary analysis of Pepino mosaic virus in Sicily: Insights into the dispersion and epidemiology. PLANT PATHOLOGY, 66(3), 368-375 [10.1111/ppa.12582].

2012 - Evidence for a new genetic variant in the Bemisia tabaci species complex and the prevalence of the biotype Q in southern Italy - Parrella G., Scassillo L., Giorgini M. - Journal of Pest Science , 85:227-238


facebook
linkedin
instagram
raggio-verde-logo

RAGGIO VERDE SRL

 

Sede di PACHINO:

Contrada Pianetti, Snc

96018 - Pachino (SR)
Tel. 0931597717

info@raggioverdeagricoltura.it

PEC: raggioverde@legalmail.it

Sede di VITTORIA:

Via Str. per Scoglitti, 370

97019 - Vittoria (RG)

Tel. 340 645 4574

© Copyright Raggio Verde S.r.l. | Tutti i Diritti Riservati | Informativa sulla Privacy | Cookie Policy

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder