magazzino raggio verde agricoltura
image-697
raggio-verde-logo

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato su offerte, eventi e novità Raggio Verde

PIANTE VEGETATIVE, GENERATIVE O VEGETO-GENERATIVE: QUALE L’EQUILIBRIO MIGLIORE?

24-05-2022 12:00

Raggio Verde

Attività Agronomica ed Esperienze di Campo, Ricerca e Fitoiatria, Cultura Agraria, Pomodoro, Simcro, Itaka,

PIANTE VEGETATIVE, GENERATIVE O VEGETO-GENERATIVE: QUALE L’EQUILIBRIO MIGLIORE?

Il pomodoro è una tra le colture intensive meglio caratterizzate e innovate dal punto di vista del miglioramento genetico. Molto si è fatto per...

piante-vegetative-cop.jpeg

Il pomodoro è una tra le colture intensive meglio caratterizzate e innovate dal punto di vista del miglioramento genetico. Molto si è fatto per distribuirne la coltivazione lungo tutto l’anno, in coltura protetta in particolare, adattandolo alle esigenze del consumatore e delle zone in cui esso è allevato.

 

I cicli primaverili odierni, riscontrabili lungo tutta la fascia trasformata sicula, sono rappresentate soprattutto da tipologie “ciliegino”, “mini-plum” e “datterino”.

 

Il Ciliegino è la tipologia sicuramente più apprezzata, che ben si presta a coltivazioni intensive in serra a diversa collocazione tecnologica: da impianti serricoli a legno fino alle moderne strutture in ferro zincato, sia in cicli lunghi (da agosto-settembre), fino a trapianti invernali e primaverili, ma anche estivi (giugno-luglio). Molte delle varietà introdotte negli ultimi anni, sono caratterizzate da resistenze definite e, soprattutto, da peculiarità relative a forma-peso delle bacche ed eleganza dei grappoli, in grado di soddisfare le esigenze del consumatore finale.

 

Alcune di queste caratteristiche sono facilmente esaltate dalle capacità agronomiche e tecniche applicate nelle aziende, ove le condizioni pedoclimatiche possono essere sfruttate a vantaggio del produttore, costruendo protocolli in grado di creare un “veg-comfort” ideale per le piante allevate.

whatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.17.jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.14-(1).jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.15.jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.18-(1).jpeg

Un elemento segnale che testimoni l’andamento e le capacità produttive di una coltura, è sicuramente l’aspetto vegetativo e/o riproduttivo delle piante, rilevabile in serra mediante una semplice ricognizione a campione. Si parla specificatamente di piante VEGETATIVE quando esse tendono a mostrare foglie ampie e germogli/femminelle frequente, diametro sottile sovente accompagnato da sgradevoli filature apicali, o diametro ampio ma organi vegetativi (foglie e femminelle) eccessivamente sviluppati (lunghezza foglie >10-15 cm), a discapito di palchi e grappoli vigorosi e sviluppati in internodi corti.

 

Nel caso di piante GENERATIVE, invece, le piante sono caratterizzate da un numero di palchi elevato, con un diametro variabile del fusto ma sempre contraddistinto da internodi corti e nodi frequenti, con foglie brevi e meno ampie rispetto la norma (lunghezza foglie <10 cm); spesso i palchi sono assai sviluppati, ma possono presentare rachidi sottili in taluni casi di anomalie e fisiopatie dello sviluppo.

 

Di norma, specie nel periodo più caldo dell’anno (come appunto la attuale primavera e l’estate), sarebbe preferibile ottenere colture dotate di un andamento che contenga in sé entrambe i portamenti metabolici, ovvero colture VEGETO-GENERATIVE, caratterizzate quindi da piante con diametro considerevole (>1 cm), foglie lunghe ed ampie (almeno 12-15 cm) e internodi regolari, preferibilmente corti, di modo da sviluppare tutta la produzione nel breve periodo estivo.

 

Per realizzare ciò, è fondamentale ottimizzare le cure colturali, con sfemminellature e defogliazioni, praticando ove possibile potature e il “pruning” specifici in base all’andamento generale della coltura, considerando le capacità genetiche varietali e adattando altresì la Nutrizione mediante la fertirrigazione e la Biostimolazione, spostando a piacimento la tendenza della coltura verso la direzione desiderata.

whatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.20-(1).jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.19-(1).jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.14.jpegwhatsapp-image-2022-05-20-at-21.58.16-(1).jpeg

Nelle foto allegate, un Jungle F1 è coltivato in “soiless” (fuori suolo), in regime di salinità basso-moderata (EC 1,500 mS/cm circa), utilizzando soluzioni nutritive SN eroganti uno standard di EC di circa 2,700 mS/cm all’uscita e un pH di 6,00 mediante l’ausilio di acidi.

 

Nonostante la coltivazione con tecnica idroponica, la coltura è inserita in un programma di somministrazioni Biostimolanti Non-Microbici e Microbici, al fine di potenziare le peculiarità genetiche di produzione e il portamento vegeto-riproduttivo tipico della varietà. Infatti, in fase di trapianto, la coltura è stata inoculata con Funghi simbionti appartenenti al genere Trichoderma harzianum, T. asperellum e T. atroviride (3KO, Itaka), come prevenzione per tracheomicosi e per potenziare le capacità di resistenza contro agenti abiotici (elevate temperature e salinità), congiuntamente ad amminoacidi naturali ottenuti da idrolisi enzimatica totalmente assimilabili, ad azione rizogenica (Stim Root, Itaka).

 

Nelle fasi successive, la SN è stata integrata e coadiuvata dall’inserimento di promotori della fioritura e dell’allegagione, favorendo formulati ad azione fitoregolatrice a base di ormoni vegetali bilanciati (Kaypower, Itaka) e precursori auxinici a base di Triptofano di origine vegetale (Tripton, Simcro). Al fine di mantenere le capacità metaboliche, la difesa fitosanitaria, di tipo integrato, è stata condotta mediante l’ausilio di nutraceutici a base di estratti vegetali di Liliacee (Garlact, Simcro), ad azione repellente e biostimolante per le piante stesse.

 

Il risultato: una coltura dotata di un equilibrio vegeto-riproduttivo quanto più vicino a quello desiderato, con palchi vigorosi e piante ben conformate, internodi relativamente corti, senza sgradevoli filature dovute all’azione coprente di teli e ombreggiature artificiali, e al caldo del periodo. Premessa per produzioni di qualità nei mesi estivi.

Siamo specializzati nella distribuzione e vendita dei migliori prodotti per l'agricoltura,

CONTATTACI


facebook
linkedin
instagram
raggio-verde-logo

RAGGIO VERDE SRL

 

Sede di PACHINO:

Contrada Pianetti, Snc

96018 - Pachino (SR)
Tel. 0931597717

info@raggioverdeagricoltura.it

PEC: raggioverde@legalmail.it

Sede di VITTORIA:

Via Str. per Scoglitti, 370

97019 - Vittoria (RG)

Tel. 340 645 4574

© Copyright Raggio Verde S.r.l. | Tutti i Diritti Riservati | Informativa sulla Privacy | Cookie Policy

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder