magazzino raggio verde agricoltura
image-697
raggio-verde-logo

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato su offerte, eventi e novità Raggio Verde

MICROFUMIGAZIONE NEL SECONDO CICLO: UNA SOLUZIONE A TUTELA DEL MICROBIOMA

23-02-2022 08:59

Raggio Verde

Attività Agronomica ed Esperienze di Campo, Ricerca e Fitoiatria, Cultura Agraria, Itaka,

MICROFUMIGAZIONE NEL SECONDO CICLO: UNA SOLUZIONE A TUTELA DEL MICROBIOMA

La biodiversità dei suoli costituisce oggi la conditio sine qua non per la più completa rigenerazione dei terreni agrari, sempre fortemente condizionati da...

copertina-articoli.jpeg

La biodiversità dei suoli costituisce oggi la conditio sine qua non per la più completa rigenerazione dei terreni agrari, sempre fortemente condizionati da uno status di sfruttamento sempre più intensivo a causa dell’attività agricola sempre più estesa.

 

Il Suolo è un “organismo” vivo, nel suo complesso costituito da fauna e flora microbica fortemente operosi, con specie microbiche agenti in sinergia o in antagonismo fra loro.

 

Collante di queste relazioni è ovviamente la Sostanza Organica, in grado di offrire nicchie colonizzabili e utili come substrato di risorse nutritive. È ovvio quindi come in terreni deteriorati e privi di apporto organico, la capacità di rigenerazione microbica e delle relazioni benefiche nel Microbioma siano alquanto limitate, a netto vantaggio per le specie parassite, le quali in radici e altri organi tellurici ritrovano sempre più ampio spazio di crescita e danno. 


Pertanto la preparazione di un suolo non può fare a meno di una base organica!


Oggi sono disponibili soluzioni fertilizzanti che, collocandosi in fase preparatoria pre-trapianto o in corrispondenza dei lavori preliminari, in sinergia con adeguati basi organiche, sono in grado di sostenere il Microbioma e la Rizosfera, introducendo gli elementi necessari per biostimolare la crescita microbica simbionte e/o sinergica, limitando fortemente nel tempo le nicchie di agenti tellurici di malattia e danno, come Tracheomicosi, Marciumi, Nematodi galligeni, ecc (Bioreset, Itaka).

 

Queste soluzioni si basano sull’azione di sostanze come flavonoidi, complessati vegetali e altri composti biochimicamente attivi che, a contatto con la soluzione circolante, tendono a liberare glucosidi solforati e quindi isotiocianati, elementi naturali di contenimento degli agenti tellurici di danno e malattia.


Le sostanze sono quindi anche attrattive per il Microbioma naturalmente presente o inoculato, favorendone lo sviluppo e limitando nel contempo le parassitosi.

whatsapp-image-2022-02-19-at-12.56.44.jpegwhatsapp-image-2022-02-19-at-12.56.41.jpegwhatsapp-image-2022-02-19-at-12.57.27-(1).jpegwhatsapp-image-2022-02-19-at-12.57.28.jpeg

Specialità come Bioreset sono da applicare fin dal pre-trapianto, al fine di realizzare una vera e propria microfumigazione di media durata (10 giorni circa), oltre cui è possibile trapiantare in sicurezza le plantule.


Durante questo processo le sostanze “microfumiganti” liberate sono in grado di cagionare il massimo danno nei confronti di Crittogame e Batteri Fitopatogeni, fungendo poi anche da induttori di resistenza per le piante messe a dimora successivamente, aumentando le capacità di difesa di quest’ultime nei confronti degli agenti biotici di malattia e danno.
 

È necessario poter programmare con ampio margine di tempo le fasi preliminari di preparazione, soprattutto se in presenza di secondi cicli o intercalari, al fine di poter disporre del materiale necessario per un’opportuna disinfezione.

 

Infatti, dopo aver oculatamente scelte varietà e portinnesto adatti, è fondamentale preparare il letto di semina e quindi interrare sostanza organica e/o specialità microfumiganti, ricordando altresì di inserire successivamente opportuni inoculi di microrganismi, come Micorrize, Batteri della Rizosfera e/o funghi antagonisti come Trichoderma.

 

A tal proposito, di capitale importanza assume la consultazione di Tecnici specializzati che possano guidare l’Azienda verso una razionale programmazione.

Siamo specializzati nella distribuzione e vendita dei migliori prodotti per l'agricoltura,

CONTATTACI

fonti:


Bodet JM, 1983. Fatigue des sols et cultures céréalières et fourragères. In: La fatigue des sols. Diagnostic de la fertilité dans les systèmes culturaux. INRA, Paris. pp: 37-43.


Cook RJ, Rovira AD, 1976. The role of bacteria in the biological control of Gaeumannomyces graminis by suppressive soils. Soil Biol Biochem 8: 269-273


Díaz, Maria Del Mar & Guirao, Pedro & Martinez-Lluch, M. & Tello, Julio & Lacasa, Alfredo. (2014). Soil fatigue and its specificity towards pepper plants in greenhouses. SPANISH JOURNAL OF AGRICULTURAL RESEARCH. 12. 644-652. 10.5424/sjar/2014123-5701.


Katan J, Vanacher A, 1990. Soil and crop health following soil disinfestation. In: Fatigue de sol. Méthode de diagnostic en verger et en fraiseraie (Giraud M, Faure J, eds). Infos (Paris), pp: 21-26.


Kimber RW, 1973. Phytotoxicity from plant residues. III. The relative effects of toxins and nitrogen immobilization on the germination and growth of wheat. Plant Soil 38: 347-361.


Søegaard K, Møller K, 2005. White clover soil fatigue: an establishment problem on large and intensive dairy farms. Proc of a Satellite Workshop of the XX Int Grass-land Cong, July, Cork, Ireland, pp: 231.


facebook
linkedin
instagram
raggio-verde-logo

RAGGIO VERDE SRL

 

Sede di PACHINO:

Contrada Pianetti, Snc

96018 - Pachino (SR)
Tel. 0931597717

info@raggioverdeagricoltura.it

PEC: raggioverde@legalmail.it

Sede di VITTORIA:

Via Str. per Scoglitti, 370

97019 - Vittoria (RG)

Tel. 340 645 4574

© Copyright Raggio Verde S.r.l. | Tutti i Diritti Riservati | Informativa sulla Privacy | Cookie Policy

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder